Wednesday, July 13, 2011

Single Jungle

Quando siamo legati emotivamente e mentalmente anche se non effettivamente a qualcuno, il mondo là fuori lo percepisce? Maria è una delle mie amiche preferite a New York, è giovane, sexy, divertente. Ha un buon lavoro e vive a Midtown in un appartamento che ha un guardaroba da far invidia a un editor di Vogue. Maria è molto ben educata, ha una conversazione piacevole ed intelligente, Maria è single e quindi molto indipendente. Maria non è interessata al bed hopping- anche perché se ha voglia di farsi una sveltina le basta fare una telefonata dal suo bianchissimo i-phone. Quello di cui Maria ha disperatamente voglia è di innamorarsi. Ma non ci riesce. E questo la fa essere infelice. Qualche sera fa la vado a prendere in orario aperitivo per andare nel Meatpacking a farci un cocktail e quattro risate, la aspetto sotto casa in taxi. Scende fasciata nel suo metro e 75 in tubino rosso fuoco, tacco 12 Louboutin, chioma al vento, l'ultima meravigliosa clutch di Marc Jacobs. In tenuta da caccia. Arriviamo al roof-top del Ganservoort per fare un drink ed ecco cosa accade. Accade quello che accade ogni sera da quando la conosco. Accade che ogni singolo essere umano si gira famelico al suo ingresso, qualcuno si avvicina spavaldo ed attacca bottone. Ma dopo l'entusiasmo iniziale, qualche chiacchiera e un paio di drinks ecco che puntualmente se ne vanno tutti, senza chiederle il numero di telefono, né invitarla a cena o chiederle un date. Il fatto è che Maria innamorata lo è già, ma non vuole ammetterlo. E' innamorata del suo ex, con cui non sta più insieme da anni e col quale però si tiene continuamente in contatto perché adesso sono diventati migliori amici. Whatever that's supposed to mean. L'ex però, al contrario di lei è fidanzato con un'altra ma Maria finge che la cosa non la interessi affatto, perché she's over him. Il problema di Maria è che non potrà innamorarsi di nessuno fino a quando non capirà o accetterà il fatto che il suo cuore è già occupato dal suo migliore amico, o presunto tale. Quello che mi chiedo io, la mia domanda è questa: quando si è "impegnati" emotivamente, la cosa viene percepita dall'altro sesso? Si emanano onde elettromagnetiche che rivelano il proprio status: disponibile, non disponibile, non stare a perdere tempo tanto vai nel muro? Si vede o meglio si percepisce che non si è aperti a nuove avventure? Come è possibile che la maggior parte delle ragazze a New York che siano più o meno bruttine, simpatiche o scialbe ricevano almeno due o tre inviti a sera: che sia "cosa fai più tardi" o "cosa fai domani a cena" mentre Maria torna puntualmente a casa sola e convinta, ogni giorno di più, di essere un caso disperato.


When we are emotionally and mentally infatuated with someone, does the outside world perceive it?
Maria is one of my favorite friends in New York, she's young, sexy and fun. She has a good job and lives in a beautiful apartment in Midtown - with a walk-in-closet exactly the size of my apartment. Maria is well-educated, intelligent and inspiring in all her conversations. Maria is single and very independent. Maria is not interested in one night stands but in case she wants one all she needs to do is make one phone call. What Maria desperately wants is to fall in love. But it won't happen. And this makes her sad. A few nights ago, we planned to have drinks at the Gansevoort in the Meatpacking, on the roof-top. I went to pick her up in a cab at 7pm sharp, and there she is: 5 foot ten, wrapped in this lipstick-red dress, Louboutin heels and Marc Jacob's latest to-die-for clutch. Dressed for hunting. We get to the roof-top to have drinks and here's what happens. What happens every night since I know Maria. Every single man in the room turns his head at her entrance, the guys are literally all over her. A chat and a couple of drinks later, however, everybody is gone. Without asking for her phone number or asking her out for a date. The fact is that Maria is in love already, but won't admit it. She's in love with her ex, which she hasn't been dating for years now and with whom, however, she keeps in close contact because they've now become "best friends". Whatever that's supposed to mean! The ex, unlike her, is dating another girl though but Mary pretends that she doesn't care at all because she's over him. The problem is that Maria cannot fall in love until she understands or accepts the fact that her heart belongs to her supposed-to-be best friend. So my question is: when one is "committed" emotionally, is this perceived by the opposite sex? Do electromagnetic waves reveal one's status? available - unavailable, don't even waste time because you're going to crash against the wall? Can the opposite sex feel whether or not you are open to new adventures? How is it that most girls in New York City- no matter if as beautiful as Maria or not, funny or bland - receive at least two or three invites a night, from "what are you doing later" to "what are you doing for dinner tomorrow" while Maria returns home alone every night, convinced to be a hopeless case.

10 comments:

by Alev Lenz said...

the picture is A-MAZING amore!! love it!

by Alev Lenz said...

the picture is A M A Z I N G amore! love it

Luciana e Carolina Vassilak said...

a very common story.... I think men feel it because while talking to her they are being compared to the guy that she's in love with, and are automatically and unconciously rejected. That happened to me before (long long ago) and its really hard to open up for new people when u are still attached to old memories. Good luck to 'Maria' :)

#Love the shoes!!...
baci,Carol

sara said...

si....gli altri percepiscono tutto....ottimo articolo :**

chiara said...

Buongiorno! che argomentino....è nato prima l'uovo o la gallina?....credo che possano essere mille i motivi che creano un muro tra Maria e il corteggiatore del momento...forse mi viene da pensare che Maria sia "troppo impegnativa" per una serata di svago...forse Maria non è interessata e inconsapevolmente respinge tutti...può sembrare banale, ma l'importante è smettere di cercare...come diceva mio nonno...per forza non si fa nemmeno l'aceto!

Olivia said...

Bellissimo post, mi ci riconosco in pieno... ahimè!
Olivia

Diletta said...

Ciao bella!! amo il tuo blog, l'ho appena scoperto e ne sono rimasta davvero entusiasta!!! la prossima settimana sarò a New York e dopo aver letto tutti i tuoi post ne sono ancora più entusiasta!!! :)

x-star said...

E' un peccato che tu non scriva più in questo blog perchè raccontavi new york da un punto di vista che mi piaceva molto, facendomi sognare ad occhi aperti, come se fossi lì.

Anonymous said...

purtroppo so benissimo di che cosa si sta parlando..come maria sono finta-single e penso di uscire in caccia, ma in realta non sono mai interessata a nessuno e questo viene percepito dall'altro sesso..
bisogna essere single.. DI TESTA in primis!

ed è la cosa più difficile!

Anonymous said...

purtroppo so benissimo di che cosa si sta parlando..come maria sono finta-single e penso di uscire in caccia, ma in realta non sono mai interessata a nessuno e questo viene percepito dall'altro sesso..
bisogna essere single.. DI TESTA in primis!

ed è la cosa più difficile!