Monday, October 31, 2011

Cheaters

A chi non è mai capitato di essere stato tradito? Alzi la mano se esiste qualcuno perché in vita mia non l'ho ancora incontrato. E chi invece vorrebbe dire che non ha mai tradito? Chi davvero in cuor suo sa di non averlo mai fatto si faccia avanti, se esiste. Ebbene sarò sincera, nella mia carriera di fidanzamenti- quattro storie durate anni- le corna le ho sia ricevute che fatte, ahimé. Il mio primo amore- quel gran farabutto, mi aveva letteralmente riempito di corna e indovinate un pò come sono venuta a saperlo? Ho trovato una lista della spesa con scritto in caratteri cubitali: Ragazze che mi sono fatto mentre stavo con Olivia. Due punti a capo, una ventina di nomi- tra le tante sconosciute anche conoscenti ed amiche. Nessun uomo per fortuna (sai che di questi tempi non si sa mai)..Pfiù. Lacrime disperate a parte, ricordo che quel giorno giurai: Io non lo farò mai. Nossignore a me non accadrà. Io mai e poi mai. Piuttosto morta. Nemmeno per sogno. Ecco appunto. Ma perché si tradisce? Forse perché non si è più innamorati o per noia, per sentirsi vivi o per cos'altro? E una volta che si tradisce è meglio confessare o tacere per sempre? E quando invece si viene traditi che fare: lasciare o perdonare? Ma soprattutto, esiste una regola? In primo luogo credo sia doveroso fare una distinzione tra il Flirt- che è una botta e via (e quindi più facilmente perdonabile) e il Tradimento Premeditato- che è invece quello della peggior specie perché presuppone una storia parallela vera e propria, magari protratta nel tempo, con tanto di bugie e falsità di contorno (tipico esempio: il capo che si sbatte la segretaria o la babysitter, anziché la casalinga che si spupazza il giardiniere, o l'idraulico, o il maestro di tennis). 


L'infedele l'ho invece classificato in tre categorie- in realtà sarebbero molte di più se consideriamo le attenuanti/aggravanti dei singoli casi, ma direi che grosso modo possono rientrare tutti in queste tre:  (N.B. utilizzo il maschile perché riferito a traditore ma intendo sia uomo che donna)
- IL TRADITORE SERIALE: Colui che non riesce a concepire la fedeltà. Tradisce regolarmente e se la vive bene perché è per lui cosa buona e giusta. Non soffre di alcun senso di colpa, è astuto e calcolatore. Mente con naturalezza ed è per questo difficile da beccare.
- IL DEBOLE: Colui che rimane vittima di situazioni che non riesce a controllare. Tradisce e poi si danna e dispera preso dal rimorso. Solitamente confessa, talvolta sceglierà di tacere, con giganteschi sforzi. Difficilmente però manterrà il segreto perché troppo grande è il groppone da sopportare. Infine c'è il PLATONICO: Colui che è innamorato del tradimento ma non lo consuma. Che vorrebbe ma poi non conclude. Solitamente frequenta online chats dove si scambia frasi d'amore e fotografie. Fissa dunque appuntamenti a cui poi però regolarmente non si presenterà. E' detto anche il codardo o l'ipocrita. (Ecco, di questa razza ne conosco diversi, sono molto diffusi). Uno dei miei ex lo beccai in flagrante mentre scriveva una email poetica sul cinguettio degli uccellini a Parigi...poveraccio, beccato proprio con le mani nella marmellata! Mi ricordo ancora l'espressione da cane bastonato mentre balbettando tentava di darmi una spiegazione. Per esperienza personale però, i peggiori sono i gelosi. La sanno sempre lunga in materia di tradimento. Sono gelosi perché hanno paura di essere "scornazzati" esattamente come ti "scornazzano" loro. DA EVITARE COME LA PESTE. Scherzi a parte però, traditori si nasce o può accadere che ci si diventi? Può capitare che un fedelissimo un bel giorno si svegli e tradisca? La storia insegna che dopo anni di matrimonio e magari dei figli, una coppia va regolarmente in crisi. Okay. Ma cosa significa quando le corna si insinuano in una coppia che invece non è sposata? Significa che è finito l'amore? che c'è crisi? che è l'inizio della fine? Ma la fedeltà è davvero così importante? Il mio amico Paul sostiene che in realtà sia sopravvalutata un bel pò, che non significa niente, che una scappatella non possa e non debba pregiudicare una relazione. Forse ha ragione lui o forse no, questo ancora non l'ho capito. Una cosa però è certa: Romeo and Juliet around here, are SO last year. Sono veramente morti e sepolti, poveri cari. RIP

5 comments:

Anonymous said...

Due risposte:
- negare sempre
- traditori si può diventare

Anonymous said...

In fin dei conti si tradisce solo ciò che si ama.

Lavi B. said...

Tradire per me fa bene al rapporto, ma bisogna sapere negare anche l'evidenza. Non ammetterlo mai e non dirlo a nessuno così sarà come se non fosse mai successo.

Niccolò said...

ciao Olivia, sei troppo forte che hai messo questa foto, lui che tradisce con un altro uomo.è geniale. continua a scrivere che il tuo blog è per me un'ispirazione.
Niccolò

x-star said...

Io sono affezionato ad una visione romantica dell'amore per cui una persona innamorata non tradirà mai.

Bentornata! :-)